martedì 8 aprile 2014

Silver- Kerstin Gier

TRAMA
Porte con maniglie a forma di lucertola che si spalancano su luoghi misteriosi, statue che parlano, una bambinaia impazzita che si aggira con una scure in mano... I sogni di Liv Silver negli ultimi tempi sono piuttosto agitati. Soprattutto quello in cui si ritrova di notte in un cimitero a spiare quattro ragazzi impegnati in una inquietante cerimonia esoterica. E questi tipi hanno un legame con la vita vera di Liv, perché Grayson e i suoi amici sono reali: frequentano la stessa scuola, da quando Liv si è trasferita a Londra. Anzi, per dirla tutta, Grayson è il figlio del nuovo compagno della mamma di Liv, praticamente un fratellastro. Meno male che sono tutti abbastanza simpatici. Ma la cosa inquietante - persino più inquietante di un cimitero di notte - è che loro sanno delle cose su Liv che lei non ha mai rivelato, cose che accadono solo nei suoi sogni. Come ciò possa avvenire resta un mistero, esattamente il genere di mistero davanti al quale Liv non sa resistere...


AUTORE
Kerstin Gier è nata nel 1966 e vive con la famiglia vicino a Colonia. Alla sua attività di insegnante ha affiancato dal 1995 quella di scrittrice. Autrice di bestseller al femminile estremamente divertenti e apprezzati per la loro ironia, come «In verità è meglio mentire» e «L'uomo che vorrei», pubblicati da Corbaccio e sempre ai vertici di tutte le classifiche, ha raggiunto il successo planetario soprattutto con i libri della Trilogia delle gemme «Red», «Blue» e «Green» (oltre 120.000 copievendute)e della nuova Trilogia dei sogni, inaugurata con «Silver». Nel mondo i suoi libri hanno venduto 4 milioni di copie e sono tradotti in ventidue paesi.


LE MIE IMPRESSIONI
Incuriosita dalla bellissima copertina e dalle recensioni favorevoli, l’ho acquistato e l’ho letto.
Ho finito di leggerlo ieri notte alle 2:00.
Ero ansiosa di capire se davvero succedesse qualcosa di eclatante, ma sinceramente sono rimasta un po’ delusa.
Ho apprezzato molto l’idea. Trovo un picco di originalità nella scelta di ambientare parte della narrazione in un mondo onirico parallelo.
Lo stile è scorrevole, anche se forse un po’ sempliciotto. In quanto YA dovevo forse aspettarmelo.
Inoltre trovo quasi paradossale che quasi tutti i ragazzi di questo libro, siano fotocopie del Ken di Barbie.
Ho trovato la narrazione lenta.
Fino a pagina 200 non succede davvero nulla. Solita routine scolastica, di cui ne è piena la maggior parte dei libri di genere.
“Silver” è uno dei libri in cui succede qualcosa solo all’ultimo capitolo, lasciando un amaro in bocca che solo un altro buon libro può placare.
E’ il primo di una trilogia, pertanto era quasi plausibile che lasciasse in sospeso il lettore. Ma in sospeso per cosa? Dopo cosa? .
Onestamente non lo consiglierei, se non ad adolescenti smanianti per bell’imbusti biondi con la faccia da rubacuori.



Editore Corbaccio

Formato Rilegato

Pubblicato  06/02/2014
Pagine  323

Lingua Italiano
ISBN-13 9788863806854



Traduttore A. Petrelli